Salute: Oms ed Unicef unite nel promuovere l’allattamento al seno

allattamento al seno

In occasione della settimana dedicata all’allattamento al seno le due organizzazioni la raccomandano almeno per i primi sei mesi di vita del neonato.

Inizia la settimana mondiale dell’allattamento al seno, indetta per promuovere una migliore salute dei neonati. Oms (l’Organizzazione mondiale della sanità) ed Unicef raccomandano (ove non ci sia l’impossibilità di mettere in atto questa pratica) l’allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi di vita, seguito da un allattamento al seno misto a alimenti complementari nell’arco del periodo successivo.

L’obiettivo è aiutare il passaggio graduale dall’allattamento esclusivo a quello abbinato a cibi consumati insieme al resto della famiglia, nel modo più salutare possibile per il bambino.

La Campagna Mondiale della Sam (la Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno) è stata organizzata la prima volta nel 1992 e si tiene nella prima settimana di ottobre per focalizzare l’attenzione su diverse tematiche legate all’allattamento al seno. Il fine ultimo promuoverlo e sostenerlo nel modo adeguato e corretto, senza nulla togliere al latte artificiale al quale si ricorre per mancanza di quello naturale.

La Sam è promossa dalla Waba (World alliance for breastfeeding action – Alleanza mondiale per interventi a favore dell’allattamento) ed in Italia dall’affiliato Mami (Movimento allattamento materno italiano).

Articoli correlati

*

Top