Svezia: dalla prossima estate la vita dei fumatori sarà ancora più complicata

svezia

Da luglio 2019 nel Paese scandinavo scatterà il divieto di fumo all’aperto, ma l’obiettivo finale è ancor più ambizioso.

Si stringe sempre di più in Svezia l’accerchiamento intorno a chi vuole rilassarsi fumandosi una sigaretta, un sigaro o tirare una boccata di pipa. Il Parlamento di Stoccolma (il celebre Riksgaden) ha approvato una nuova legge in merito al fumo, passata con 142 voti a favore e 120 contrari.

In buona sostanza dal primo luglio del 2019 non si potrà più fumare nei parchi gioco, alle banchine di attesa dei treni nelle stazioni ferroviarie, nei ristoranti all’aperto e all’ingresso dei posti consentiti ai fumatori presso i luoghi pubblici e di lavoro. E’ bene ricordare che già da quasi 15 anni nel Paese scandinavo non ci si può accendere una sigaretta nei bar e nei ristoranti, e questo la dice lunga sull’impegno che si sta mettendo in campo per bandire sempre di più il fumo.

E non è che gli svedesi siano un popolo di accaniti fumatori, infatti (da dati ufficiali diramati nel 2016) solo l’11% dei 10 milioni di svedesi fuma tutti i giorni con regolarità e circa il 10% occasionalmente. Ma tant’è che l’obiettivo nemmeno troppo celato della nuova legge è quello di rendere il Paese scandinavo senza fumo entro il 2025, il primo Stato “smoke free” al mondo.

Articoli correlati

Top