Lazio, Simone Inzaghi: cambio modulo per ritornare alla vittoria

Simone Inzaghi

Il tecnico piacentino pensa al 4-3-2-1 per la sfida contro il Cagliari. Ma ci tiene a precisare: “Le motivazioni fanno la differenza, non i moduli…”

Sono tempi difficili in casa Lazio. Gli ultimi 4 pareggi in campionato, aggravati dall’ultima sconfitta con l’Atalanta e la figuraccia con l’Eintracht di Francoforte, hanno abbattuto il morale dei biancocelesti. Ma Simone Inzaghi non si dà ancora per vinto e, nonostante i 20 gol segnati meno in questo campionato, crede ancora nel quarto posto.

“Gli ultimi due giorni abbiamo provato un assetto, sicuramente non sarà un esperimento perché lo abbiamo già fatto nelle settimane precedenti e si è visto a gara in corso. – ha spiegato il tecnico in occasione della conferenza stampa alla vigilia di Lazio – CagliariÈ una soluzione, oggi proveremo anche in un altro modo. I ragazzi devono sapere tutto, al di là dei moduli conta come vengono interpretate le partite. Nelle ultime due abbiamo raccolto 1 solo punto, questo non mi fa star sereno, ma le prestazioni ci sono state. Dobbiamo essere bravi a portare gli episodi dalla nostra parte”.

L’assenza di Lucas Leiva ha inciso terribilmente sugli schemi di gioco disegnati da Inzaghi. Il brasiliano è la pedina fondamentale dello scacchiere dell’allenatore. Grazie a lui Milinkovic e Luis Alberto riescono a svariare in attacco senza preoccuparsi troppo della fase difensiva. Senza Leiva la musica cambia. E si capisce subito perché la Lazio fa così fatica a trovare la via del gol. “Ha fatto gli ultimi due allenamenti completi, – commenta Simone Inzaghiha dato ottimi segnali, è fuori da diverso tempo, dovrò valutarlo, manca la seduta di oggi. Sappiamo quanto è importante, ma per avere fretta già siamo incappati in un problemino. A volte la fretta non è cosa buona. Lo vedrò oggi e sceglierò, è tornato ad allenarsi coi compagni, sicuramente sarà una risorsa per le prossime tre partite”.

Infine, un’ultima parentesi sul calciomercato: “Siamo una buona rosa che sta cercando di fare il massimo. – conclude il tecnico piacentino – Nelle ultime settimane siamo stati penalizzati, meritavamo di più, dobbiamo fare tutti di più, io in primis. Ora ci concentriamo sulle prossime tre partite, ci sarà tutto il tempo per pensare al mercato”.

Articoli correlati

Top