Lazio-Torino 1-1: biancocelesti fermati dalla fatica (e da Irrati)

Lazio

Il Torino di Mazzarri mette a segno un altro furto all’Olimpico. Il ds Tare: “Sono totalmente sconcertato”

E’ una Lazio a due facce quella scesa in campo oggi col Torino. Una Lazio capace di dominare il gioco in alcune frazioni di gara da una parte, ma anche una Lazio ingenua e incredibilmente distratta dall’altra.

E’ vero: il rigore sulla trattenuta di Marusic è assolutamente generoso. E se sommato a tutte le ingiustizie subite dai biancocelesti in questi ultimi due anni, non c’è da meravigliarsi se a qualcuno vien da pensare male. Sono troppi gli errori arbitrali che gravano sulla testa (ma soprattutto sui punti in classifica) della squadra di Simone Inzaghi. Certe trattenute in area di rigore sarebbe bene evitarle, ma se fischi un rigore del genere devi usare lo stesso metro di giudizio per tutto il resto della gara. E invece no. Con la Lazio è sempre lo stesso discorso: due pesi, due misure.

Il direttore sportivo Igli Tare, seppur non presente all’Olimpico, ci ha tenuto particolarmente a dire la sua sull’arbitraggio di Irrati: “Sono totalmente sconcertato”, ha commentato il ds capitolino ai microfoni di Lazio Channel.

Ma a prescindere dagli errori arbitrali, il club capitolino non ha fatto poi molto per conquistare la vittoria. Immobile è stanco e poco lucido. Il Ciro di inizio stagione non avrebbe mai sbagliato il tapino vincente sull’assist a dir poco delizioso (di spalla) di Luis Alberto. Milinkovic Savic, nonostante la bordata sotto il sette a dir poco spettacolare, si perde ancora in qualche leziosità di troppo. Il serbo, così come Luis Alberto, sta lentamente tornando sui livelli della scorsa stagione. Ma c’è ancora tanta strada da percorrere. Marusic, dopo un avvio decisamente convincente, ha la colpa di trattenere Belotti in aria di rigore e concedere un (generosissimo) penalty al Torino. Non solo. Il montenegrino perde la testa nel finale e manda a quel paese Irrati. Il direttore di gara non ci pensa su due volte e spedisce il giocatore negli spogliatoi con un rosso diretto.

Infine, una nota di demerito per Wallace. Tutti i tifosi biancocelesti si stanno ancora chiedendo come sia riuscito ad arrivare a calcare i campi di serie A. Sbaglia tutto quello che può sbagliare: passaggi, anticipi, interventi, cross e tempi di gioco. E’ un colpo al cuore vederlo in campo.

Ad ogni modo, Inzaghi spera che questa sosta riesca a dare un po di fiato ai suoi giocatori. Prima del Napoli, la Lazio dovrà vedersela in Coppa Italia con il Novara di William Viali. Dopodiché, alla compagine capitolina spetta un tour de force estremamente faticoso: Napoli, Juventus e Siviglia, senza contare poi le sfide con Frosinone ed Empoli.

I tifosi biancocelesti invocano a gran voce il colpo di mercato. La dirigenza ha fatto capire che qualcosa si sta muovendo (soprattutto in uscita). Chissà se questa volta Claudio Lotito vorrà fare un bel regalo ai suoi tifosi.

 

Articoli correlati

Top