Lazio-Torino 1-1, la rabbia di Inzaghi: “Penalizzati dagli episodi”

Inzaghi

Un mare di polemiche dopo il “generosissimo” rigore fischiato sulla trattenuta di Marusic ai danni di Belotti

Una leggera trattenuta, nulla più. E’ quello che si vede nella moviola sul generosissimo calcio di rigore fischiato da Irrati. Certo: Marusic ha la colpa di abbracciare Belotti in maniera troppo vistosa, ma l’attaccante del Toro si esibisce in un tuffo degno della miglior Tania Cagnotto. Questo è sotto gli occhi di tutti. Tutti quanti, tranne di chi controllava la Var.

“Sull’episodio non mi va di parlarne, siamo stati penalizzati. – commenta Simone Inzaghi nella conferenza post-partita – Con il Torino siamo sfortunati, di sicuro abbiamo giocato contro una squadra forte. Meritavamo di vincere. Nel primo tempo, in cui avevamo fatto una grande partita, li ho visti affranti, demoralizzati. Sono andato dall’arbitro per paura delle proteste dei miei ragazzi: volevo tornare in campo 11 contro 11. C’era l’espulsione di Izzo al 30′. Bravi i ragazzi a recuperare, gli ho detto di tenere alta la testa. Partita viziata da episodi. Sbagliano gli arbitri, i giocatori, gli allenatori. Avremmo una settimana di riposo poi la Coppa Italia”.

Infine, un ultima parentesi sul rigore concesso da Irrati e sull’espulsione di Adam Marusic: “Sull’episodio non mi va di parlarne, siamo stati penalizzati. – conclude il tecnico ai microfoni dei giornalisti in zona mista – Su Marusic non so bene cosa sia successo. Di arbitri non ho più parlato, gli errori di oggi sono sotto gli occhi di tutti. C’è amaro in bocca, ma siamo comunque quarti. Nel girone d’andata servirà fare di più. Ci saranno partite difficili”.

Articoli correlati

Top