Vaccini: 130 ricercatori bocciano i test dei “no-vax”

vaccini

Sono state bollate come “analisi infondate” quelle eseguite da Corvelva, uno dei principali gruppi che si oppongono ai vaccini.

I risultati delle verifiche effettuate su due lotti di vaccini pubblicati dal quotidiano Il Tempo, sono stati dichiarati “scientificamente infondate” da oltre 130 ricercatori italiani, che condannano anche il finanziamento dei test attuato dall’Ordine dei Biologi. Questo è quanto si legge in una lettera aperta scritta dagli scienziati e pubblicata sul sito del quotidiano Il Foglio.

Dalle analisi era emersa, secondo il parere dell’associazione Corvelva, la presenza di contaminanti nei vaccini analizzati oltre all’assenza di uno degli antigeni previsti dalla formulazione, ma già nei giorni passati diversi esperti avevano criticato il metodo adottato per l’analisi. “Con questa lettera intendiamo esprimere la più ferma disapprovazione e condanna per quella che appare un’operazione volta a confondere l’opinione pubblica e instillare pericolosi allarmismi, utilizzando come leva documenti pubblicati in rete che sono fondati su metodi irrimediabilmente inidonei e che traggono conclusioni scientificamente infondate”, è scritto nel documento firmato da alcuni dei principali esperti italiani di immunologia come Alberto Mantovani, Giulio Cossu e Guido Silvestri.

“Riteniamo per parte nostra doveroso – prosegue il documento – riaffermare i principi metodologici della ricerca scientifica, che poggia innanzitutto su procedure e controlli convalidati e accurati, pubblicate su giornali scientifici di valore e non su pseudo-ricerche pubblicate in internet. Invitiamo l’opinione pubblica a diffidare di ricerche fai da te, da chiunque siano rilanciate, quando non sia chiaramente disponibile l’evidenza sperimentale inoppugnabile necessaria per supportare affermazioni così eccezionali”.

Articoli correlati

Top