Salute: una ricerca indaga sull’importanza di respirare correttamente

respirare

La respirazione, nonostante sia un atto automatico, se non effettuata in maniera ottimale può compromettere l’equilibrio.

E’ uno studio catalano, condotto da alcuni ricercatori dell’Università Pompeu Fabra di Barcellona e pubblicato sulla rivista Gait & Posture, a far luce sulla correlazione tra la respirazione e l’equilibrio. Quello che ne è venuto fuori è che molte persone non sono per nulla capaci di respirare correttamente e questo ha conseguenze negative sull’equilibrio del corpo e un maggior rischio di cadute.

Il team di studiosi ha indagato l’effetto della contrazione muscolare volontaria e del rilassamento sulla postura per scoprire se tensione e stress hanno un impatto sulla stabilità globale del corpo. Per farlo hanno misurato l’equilibrio in 30 volontari, durante varie fasi alternate di tensione e rilassamento.

Le conclusioni hanno mostrato che i più non respiravano correttamente, e anziché rilassare i muscoli dell’addome li tenevano involontariamente contratti, mostrando uno dei tipici sintomi dello stress. La tensione muscolare a sua volta non faceva altro che ridurre significativamente la stabilità dei soggetti in posizione eretta.

“I nostri risultati – illustrati dal ricercatore italiano Simone Tassani – mostrano che le situazioni di stress quotidiano possono portare a una diminuzione dell’equilibrio. Questo a sua volta può aumentare il rischio di caduta. I risultati dimostrano la necessità di esplorare il fatto preoccupante che una grande parte della popolazione potrebbe non essere in grado di respirare correttamente”-

Articoli correlati

Top