Calcio: per la Roma doppio botta e risposta con la Fiorentina

roma

Alla fine la Roma porta a casa un pareggio tutto sommato giusto. Ma in chiave Champions si tratta dell’ennesima occasione sprecata.

Ranieri ha chiesto di tirare fuori gli attributi ed in parte la Roma ha invertito la tendenza delle due sconfortanti gare con Spal e Napoli. Solo parzialmente però, perché il pareggio che è venuto fuori con la Fiorentina sa di un ulteriore passo falso, se consideriamo il pareggio casalingo del Milan e la contemporanea sconfitta esterna della Lazio, due dirette pretendenti per il quarto posto buono per accedere in Champions League.

Appresa la bocciatura per Olsen e Schick, fatti accomodare in panchina, e con Manolas indisponibile per squalifica, Ranieri rispolvera il 4-3-3 tanto caro a Di Francesco con Juan Jesus e Fazio difensori centrali e Dzeko in attacco affiancato da Kluivert e Perotti. Pronti via e si rivedono le solite ingenuità difensive della Roma che prima traballa e poi capitola su colpo di testa di Pezzella, marcato allegramente in occasione di un calcio d’angolo.

Ci pensa Zaniolo, uno dei pochi a tenere a galla la barca giallorossa, che immediatamente con un colpo di testa propiziato da un cross al bacio di Kluivert rimette il punteggio in parità. Proseguono le disattenzioni di una difesa molle, ma nonostante questo la partita è divertente e combattuta. Nel secondo tempo la musica non cambia, con Juan Jesus che la mette dentro nella porta sbagliata e Perotti che pareggia per la seconda volta con un gran tiro.

La Roma si sveglia e prende campo, provando timidamente a cercare il gol della vittoria con un forcing finale accompagnato da un pubblico fino ad allora freddo. Ma la partita  finisce qui, lasciando l’amaro in bocca per i troppi punti lasciati per strada ed il traguardo Champions ora distante quattro punti, un obiettivo ambito oltre che dalle due squadre capitoline ora anche da Torino ed Atalanta.

Articoli correlati

Top