Una seconda vita, per gli abeti caduti in Val di Fiemme

abeti

Si trasformeranno in bellissimi violini Stradivari, gli abeti abbattuti dalla tempesta di pioggia e vento a fine 2018.

Mentre desta allarme l’avviso della Protezione civile per potenziali nuove frane e bufere in Veneto, è stato deciso che dagli abeti della Val di Fiemme caduti pochi mesi fa a causa di disastrosi eventi meteorologici nasceranno bellissimi violini Stradivari. Lo dichiara Federforeste, spiegando che 2,5 tonnellate di tavole di pregiato legno di risonanza saranno affidate alla Scuola Internazionale di Liuteria “Antonio Stradivari” di Cremona, con le quali saranno creati violini, viole, violoncelli e contrabbassi.

“I boschi della musica della Val di Fiemme sono in allerta per il maltempo – scrive Federforeste e si monitora lo stato di salute degli alberi rimasti in piedi insieme alla situazione dei tronchi scaraventati al suolo dalla furia della tempesta a novembre”.

Il legname, che per i liutai di Cremona rappresenta una preziosissima materia prima, verrà messo a disposizione in collaborazione con la Provincia Autonoma di Trento e il Comune di Salò e “sarà usato dopo una stagionatura di tre anni – conclude Federforeste – in modo che perda l’umidità accumulata all’aperto e le sue fibre esprimano al meglio il passaggio delle note e delle vibrazioni”.

Top