Calcio: Fonseca è ufficialmente il nuovo allenatore della Roma

fonseca

Sarà il 46enne portoghese ad occupare la panchina giallorossa la prossima stagione. Una scelta, quella di Fonseca, ragionata e sensata.

Siamo d’accordo sul dire che non è un allenatore di prima fascia, conteso dai top team continentali, ma probabilmente Paulo Fonseca è quello che ci voleva in questo momento per la Roma. Che sta vivendo un passaggio decisamente turbolento, composto da un groviglio rappresentato dalla mancata qualificazione in Champions League (e di un misero approdo ai preliminari di Europa League), primo tassello a cadere in una sorta di effetto domino, che ha scatenato la prossima fuga di big e senatori dovuta al taglio del monte ingaggi.

Si riparte dai giovani, quindi, e Fonseca rappresenta un buon punto di partenza, almeno se ci si basa su quello che ha fatto nel lusinghiero triennio trascorso in Ucraina sulla panchina dello Shakhtar Donetsk. Stamattina la firma del portoghese ed il conseguente comunicato ufficiale della Roma: “l’allenatore 46enne ha firmato un contratto che lo legherà alla società giallorossa per i prossimi due anni, con un’opzione di rinnovo per il terzo”.

“Siamo lieti di dare il benvenuto a Paulo Fonseca nel Club”, ha detto il presidente James Pallotta, aggiungendo che “Paulo è un allenatore giovane e ambizioso con esperienza internazionale, mentalità vincente ed è conosciuto per la sua idea di calcio coraggiosa e offensiva che potrà entusiasmare i nostri tifosi. Dalla prima volta che ci ho parlato ha subito espresso il suo desiderio di venire alla Roma e il suo entusiasmo nell’accettare una nuova sfida, iniziando a lavorare con i nostri calciatori per impostare una squadra di cui i tifosi possano sentirsi orgogliosi’. 

Dal canto suo Fonseca ha dichiarato di essere “molto felice di essere stato nominato nuovo allenatore dell’AS Roma e desidero ringraziare tutta la dirigenza del Club per l’opportunità che mi è stata data. Sono entusiasta e motivato dalla sfida che ci aspetta e non vedo l’ora di trasferirmi a Roma, di incontrare i nostri tifosi e di cominciare a lavorare. Credo che insieme potremo creare qualcosa di speciale”.

Non c’è tuttavia molto tempo, dal momento che i preliminari di Europa League hanno rivoluzionato preparazione ed impegni della Roma. Da poche ore si è appreso che il ritiro si svolgerà a Pinzolo dal 29 giugno al 7 luglio, con una potenziale appendice fino al 9. Il raduno è previsto il 24 giugno a Trigoria e dopo le consuete visite mediche a Villa Stuart e le prime sgambate nella Capitale la truppa si sposterà sulle Dolomiti.

La consueta tournée in Usa, si sa, è stata cancellata per far spazio al preliminare di Europa League, fissato per il 25 luglio. Una notizia che non dispiace affatto sotto il profilo atletico, tolto ovviamente il rammarico per i mancati guadagni che una vetrina del genere riesce a produrre.

Articoli correlati

Top