Festival di Venezia, la proposta choc di Saviano

saviano

Lo scrittore napoletano, presente in laguna per il lancio di “Zerozerozero” di Sollima, ha proposto di legalizzare la cocaina.

Saviano, dal Lido di Venezia, se ne esce con una proposta-provocazione che farà discutere. Per lui la cocaina “andrebbe legalizzata, solo così si bloccherebbero i pozzi di petrolio delle organizzazioni criminali. La legalizzazione trasformerebbe l’economia mondiale: il narcotraffico di cocaina attraversa il mondo legale, gli dà forza, liquidità, rendere la sostanza legale cambierebbe le cose”. 

Un’opinione condivisibile sul piano formale, discutibile sotto quello dell’applicazione pratica, quella dello scrittore napoletano rilasciata durante la presentazione a Venezia 76 di “Zerozerozero”, la serie tv kolossal con la regia di Stefano Sollima, tratta dal suo romanzo-inchiesta uscito nel 2013 e prodotta da Cattleya e Bartlebyfilm per Sky Studios, CANAL+ e Amazon Prime Video.

La cocaina, ha aggiunto Saviano, è “l’unica materia comparabile al petrolio, la facilità con cui può essere venduta non ha eguali. Se io le dessi ora un sacchetto di cocaina – ha detto rivolgendosi ad una giornalista – lei la venderebbe prima ancora di lasciare il Palazzo del Cinema, al contrario ad esempio di un sacchetto di diamanti. E perché la cocaina regna? Perché la vita è una merda, ti fa sentire sempre troppo brutto, troppo povero, troppo grasso”.

Articoli correlati

Top