Respinto il ricorso dal Tar del Veneto, l’Uomo Vitruviano andrà a Parigi

uomo vitruviano

L’Uomo Vitruviano, celebre opera di Leonardo da Vinci, sia appresta a riabbracciare (anche se per poco tempo) la Gioconda al museo del Louvre.

Chiamato a pronunciarsi dopo il ricorso di Italia Nostra, la quale aveva chiesto l’annullamento del prestito alla Francia, la seconda sezione del Tribunale amministrativo del Veneto ha deciso di autorizzare a mezzo di un’ordinanza il trasferimento temporaneo delle opere di Leonardo, tra le quali figura l’Uomo Vitruviano, custodito alle Gallerie dell’Accademia di Venezia, opera che a questo punto sarà esposta al Louvre.

Secondo i giudici, che hanno accolto la tesi dell’avvocatura dello Stato, il disegno di Leonardo, “non ha carattere identitario e quindi non è inamovibile”. Il ricorso di Italia Nostra, scrivono i togati, “non presenta sufficienti elementi di fondatezza” e il Mibact non è incompetente perché intervenuto “in un momento in cui le attività istruttorie, concernenti l’individuazione dell’opera oggetto del prestito da parte degli organi competenti, si erano già concluse” e il memorandum tra i ministeri di Italia e Francia “non costituisce di per sé un vincolo per l’azione amministrativa”.

Con “precise cautele”, conclude il Tar, il disegno “può partire”.

Articoli correlati

Top