La svolta di Twitter: stop alle inserzioni pubblicitarie dai contenuti politici

twitter

L’annuncio è stato dato dall’amministratore delegato del social network Jack Dorsey. La risposta dei mercati non si è fatta attendere.

“Abbiamo preso la decisione di bloccare tutte le inserzioni pubblicitarie politiche a livello globale”. A mezzo di questo comunicato si è espresso Jack Dorsey, alla guida di Twitter, motivando così la drastica decisione. “La pubblicità su internet è molto potente ed efficace, ma comporta significativi rischi politici laddove possa essere usata per influenzare voti”.

Dorsey ha poi aggiunto che “questo non ha nulla a che fare con la libertà di espressione. Ha a che fare con il pagare” per raggiungere il pubblico più ampio possibile e “questo ha significative ramificazioni che l’architettura democratica di oggi potrebbe non essere in grado di gestire”. I titoli Twitter, conseguentemente all’annuncio, sono immediatamente risultati in calo al mercato azionario di Wall Street.

Articoli correlati

Top