E’ così facile ingannare Google Maps?

google maps

Sembrerebbe di sì, vista la trovata di un’artista berlinese che ha simulato il traffico con un carretto pieno di 99 smartphone collegati a Google Maps.

Far credere a Google Maps che strade in realtà libere sono congestionate dal traffico è possibile. Consiste in questo l’esperimento riuscito di Simon Weckert, un’artista berlinese che ha portato 99 telefoni a spasso nelle vie della capitale tedesca per provare a ingannare gli algoritmi di Google.

Weckert ha inserito 99 smartphone di seconda mano – con Google Maps avviato – in un carrettino rosso, che ha poi trascinato a piedi lungo alcune strade di Berlino. L’alta concentrazione di telefoni, e la lentezza del loro movimento, ha fatto credere alle mappe di Big G che quelle vie fossero intasate. L’applicazione, infatti, determina le condizioni del traffico in base all’andamento degli utenti che stanno usando le mappe.

L’artista ha immortalato l’esperimento in un video su YouTube in cui mostra il suo incedere con il carretto lungo strade desertiche, mentre in tempo reale Google Maps indica quelle strade come congestionate, e consiglia agli utenti di usare percorsi alternativi.


“Che sia con un’auto o un cammello, ci piace che le persone facciano un uso creativo di Google Maps perché ci aiuta a migliorare le mappe nel tempo”, così Google commenta l’esperimento.

Articoli correlati

Top