Le scelte green per risparmiare

green

Seguire uno stile di vita ecosostenibile si può, bastano infatti poche e semplici azioni quotidiane per far sì che il nostro modo di vivere diventi più ecologico e rispettoso del pianeta.

Alcuni si chiederanno, cosa vuol dire vivere sostenibile? Semplicemente assumere uno stile di vita consapevole a favore, in primis del nostro benessere, ma anche al benessere della comunità, dell’ambiente, quello in cui viviamo e, in più, anche delle nostre tasche.

Ma cosa possiamo fare per aiutare il pianeta e, soprattutto, per risparmiare vivendo una vita “green”?

Ecco qualche consiglio su come affrontare le scelte di tutti i giorni in maniera responsabile ed economicamente e ambientalmente sostenibile.

Bere l’acqua del rubinetto: proviene dall’acquedotto comunale, ed è sottoposta quotidianamente a test ed analisi. Se in alcune zone l’acqua del rubinetto ha un cattivo sapore, probabilmente è a causa delle tubature. In questo caso ci si può approvvigionare presso le Case dell’Acqua che si stanno diffondendo un po’ ovunque. In questo modo si risparmia sul costo delle bottiglie di plastica (circa 200 €/annui a famiglia) e sulle emissioni inquinanti dovute alla produzione di plastica e al trasporto delle bottiglie, che spesso percorrono centinaia di chilometri prima di arrivare sullo scaffale del supermercato.

Evitare sprechi d’acqua: chiudere il rubinetto quando si lavano i denti, preferire la doccia al bagno (si risparmiano fino a 70 litri d’acqua), recuperare l’acqua di cottura o per il lavaggio della frutta e verdura, utilizzandola per lavare i pavimenti o per innaffiare le piante. Così facendo si riducono i consumi dell’acqua calda e se ne spreca di meno.

Scegliere i prodotti locali e di stagione: sono quelli che percorrono meno chilometri prima di arrivare sulla nostra tavola impattando di meno sull’ambiente, e solitamente sono quelli che costano di meno proprio in virtù della filiera corta. Si risparmia anche scegliendo prodotti di stagione, perché non importati e coltivati naturalmente.

Scegliere prodotti sfusi: perché acquistare chili di carta, cellophane e cartone quando non appena arriviamo a casa, scartiamo tutto e buttiamo via gli imballaggi ingombranti? Si risparmiano spazio, risorse e soldi, perché spesso costano di meno.

Riparare gli elettrodomestici: scegliere di riparare un elettrodomestico invece di buttarlo è una scelta molto “green” e soprattutto più economica, rispetto a comprarne uno nuovo. Grazie a un professionista in riparazioni elettrodomestici Sulsicuro, potrai far tornare in vita il tuo elettrodomestico e aiutare così l’ambiente, evitando di produrre un rifiuto difficilmente smaltibile.

Scegliere i trasporti pubblici: esistono app e siti internet per consultare percorsi e orari. E’ sicuramente il modo migliore per spostarsi velocemente in città, senza dover pagare circa 200 € al mese di carburante per l’auto.

Car sharing o car pooling: sono due metodi per risparmiare sui costi di mantenimento di un’automobile. Con il car sharing è possibile noleggiare l’auto a ore, mentre con il carpooling si condivide la propria auto con chi effettua lo stesso percorso, risparmiando sopratutto sul carburante e parcheggio.

Illuminazione: scegliere le lampadine a basso consumo per risparmiare fino all’80% di corrente elettrica. Prestare attenzione a spegnere sempre la luce quando si esce da una stanza.

Temperatura: se possibile regolare sempre la temperatura del riscaldamento e climatizzatore. Non troppo caldo e nemmeno troppo freddo, per risparmiare sui consumi e sulle relative emissioni inquinanti.

Articoli correlati

Top