Goletta Verde, nei mari italiani fino a 27 rifiuti ogni kmq

rifiuti
rifiuti in mare

E’ preoccupante lo stato di salute in cui versano i nostri mari. Un’indagine di Goletta Verde ha rilevato che al largo delle nostre coste si possono trovare fino a 27 rifiuti galleggianti ogni chilometro quadrato.
Dopo 87 ore di osservazione e 1700 km percorsi, la maglia nera della speciale classifica stilata da Legambiente è stata assegnata al mar Adriatico, che stacca di una lunghezza in media il Tirreno, con 26 oggetti di varia natura a pelo d’acqua. Terzo, con soli 7 rifiuti, il mar Ionio, forse aiutato dalla sua conformazione.
Ma di che natura sono questi oggetti censiti da Goletta Verde? Nella stragrande maggioranza dei casi (addirittura il 90%), sono fatti di plastica, ed il 20% è facilmente riconducibile all’attività della pesca. Reti, contenitori in polistirolo, frammenti o intere cassette che si usano per contenere il pescato si accompagnano a buste, pezzi di plastica, bottiglie (per bevande e detergenti).
Goletta Verde ha anche evidenziato le tratte più “dense” di rifiuti.
Nei pressi della costa di Castellammare di Stabia (Napoli), ne sono stati contati più di 150 ogni kmq; più di 100 sono stati rinvenuti davanti la cittadina abruzzese di Giulianova mentre solo 30 sul Gargano, tra Manfredonia e Termoli.
Il dato che emerge è una scarsa attenzione nei confronti dei nostri mari, che invece di essere considerati una risorsa per l’attività turistica ed ittica, vengono il più delle volte utilizzati come discarica.

Articoli correlati

*

Top