Rifiuti per strada? Per l’assessore più importanti le cicche

marino rifiuti spazzatura

La Capitale da anni è alle prese con il grave problema del ciclo dei rifiuti, ma per l’assessore all’Ambiente, Estella Marino, il problema sono le cicche delle sigarette o le gomme da masticare.

Non c’è che dire: l’amministrazione comunale di Roma pensa di arrivare sulla luna con un salto.

Senza alcun dubbio, la questione della gestione della spazzatura dipende principalmente da una questione di civiltà. Prima ancora di essere una questione di capacità amministrative: è proprio dal piccolo gesto che si deve partire per scongiurare un fenomeno da condannare come quello degli enormi cumuli di spazzatura che non si riescono a smaltire.

E così l’assessore all’Ambiente di Roma, saluta con favore il disegno di legge “Green Economy” che introdurrà sanzioni da 30 a 150 € per chi getta in terra anche solo mozziconi o gomme da masticare. Però, da qui a pensare di risolvere il grave problema del ciclo dei rifiuti con queste misure repressive ce ne vuole.

Quei gesti, secondo la Marino, hanno dei costi altissimi per la città: l’Ama ha calcolato che ogni anno si spendono 5,5 milioni di euro solo per rimuovere le gomme da masticare buttate per strada.

Cifre importanti, non ci sono dubbi, ma non sono certo i mozziconi o i chewing gum a causare i cumuli di rifiuti in molte strade della città o i gravi rallentamenti che subisce la raccolta differenziata in altre. L’assessore Marino, inoltre, dovrebbe spiegare in che modo l’attuale amministrazione vorrebbe abbandonare il sistema di gestione rifiuti superato e drogato che da 40 anni ha visto la presenza di un unico “padre-padrone”, di nome Manlio Cerroni.

Proprio quel Cerroni proprietario di Colari, al quale l’Ama deve versare 80 milioni di euro come stabilito dalla Corte d’Appello, come risarcimento finalizzato alla gestione post mortem della discarica. I legali dell’Ama hanno già depositato il ricorso.

L’assessore Marino, nel caso il risarcimento venisse confermato, pensa forse di riuscire a risarcire con un paio chewing gum e qualche mozziconi di sigaretta?

 

Articoli correlati

*

Top