Nesta: il suo tweet tradisce i tifosi della Lazio

nesta

Nesta, ma che combini al popolo laziale? I tifosi biancocelesti se lo stanno domandando da ieri, quando l’ex storico capitano ha pubblicato un post su Twitter in cui ha ammesso di aver fatto il tifo per i rivali storici della Roma, durante il match di Champions contro il Manchester City.

Un’uscita inaspettata, che naturalmente non è piaciuta e non è stata digerita dal popolo laziale, che ha sempre considerato Alessandro Nesta, nonostante l’addio forzato dai colori biancocelesti per salvare la squadra dai debiti, una sorta di alter ego del capitano della Roma, Francesco Totti. I supporter capitolini adesso sono spaccati. C’è chi proprio non riesce ad avercela con il suo idolo di sempre e chi invece lo ha già pesantemente condannato. “Nesta traditore”. E i “cugini” giallorossi hanno preso le parole di Nesta come un invito a nozze. “Anche il vostro capitano vi schifa”, la voce in coro dei romanisti.

Non è la prima volta che l’ex calciatore viene criticato con accuse pesanti. “Al derby ci hai abbandonato, addio finto capitano”, lo striscione di benvenuto che gli dedicò la Curva Nord, alla prima partita da avversario nel suo stadio. Il riferimento era ad un derby perso malamente per 5 a 1 dalla Lazio e Nesta a fine primo tempo chiese il cambio perché aveva ammesso di essere in totale confusione. Quell’addio dalla Lazio non gli venne mai perdonato. Era l’estate del 2002 e il presidente Cragnotti fu costretto a sacrificare il capitano che aveva alzato al cielo ogni tipo di trofeo, cedendolo ai rossoneri per problemi finanziari. Ma, dopo la tempesta iniziale, tra Nesta e i tifosi riscoppiò subito l’amore, suggellato il 12 maggio scorso in occasione della festa “Di padre in figlio” all’Olimpico.

Ma il suo tweet, “Ieri sono riuscito a fare il tifo per la Roma, e oggi si tifa Juve. Non mi riconosco più”, ha lasciato tutti i tifosi perplessi ed arrabbiati, riaprendo vecchie ferite. E forse sono gli stessi tifosi biancocelesti a non riconoscere più il loro vecchio e glorioso capitano.

Articoli correlati

31 Commenti

  1. PAOLO said:

    nesta è sempre stato un capitano diciamo cosi senza …gradi, GIORGIO CHINAGLIA UNICO ESEMPIO DI LAZIALITA FATTA PERSONA

  2. Luca said:

    Sono tifoso laziale ed antiromanista anche se, essendo contestualmente uno sportivo, non esito a riconoscere i meriti di ogni avversario e ad accettare sportivamente i risultati legittimamente ottenuti dallo stesso. Non capisco le reazioni negative di alcuni tifosi laziali. Nesta è italiano e pur essendo tifoso laziale ha semplicemente scritto di aver sostenuto la Roma e di voler sostenere la Juventus in quanto squadre italiane impegnate in partite all’estero. Ciò è spiegabile, da un lato, con la sportività di Nesta – che pure dice di essere “riuscito a fare il tifo per la Roma” e di “non riconoscersi più” per aver fatto ciò (e, forse, anche perché intenzionato a tifare pure per la Juve) proprio perché è tifoso laziale – dall’altro, con il fatto che Nesta, vivendo ormai da diverso tempo all’estero, sente ancor di più la mancanza dell’Italia e prova, quindi, maggiore affetto per la stessa e, conseguentemente, per le squadre di calcio italiane che la rappresentano all’estero. Ha espresso, dunque, un concetto da uomo di altri tempi, che, purtroppo, stanti le dichiarazioni becere a cui ci hanno abituato altre persone, non siamo più abituati a sentire!

  3. Luca Letteratis said:

    Nesta non e’ mai stato un mio idolo, ne’ un idolo della curva. se ne e’ andato nella notte senza salutare. e’ scappato da un derby vergognoso dimostrando di non avere il cuore del laziale. Un ibrido.

  4. Giampiero Sales said:

    Non mi riferivo a voi,ma al primo commento che parla addirittura di Infami,credo senza voler fare il professore,lungi da me,che noi siamo tifosi ed antiromanisti(io x primo )ma i giocatori una volta smessi gli abiti da calciatore assumano un’altra veste,certo avrei preferito non leggere le sue parole ovvio,ma credo che il suo fosse un augurio alle Squadre Italiane e credo che il ” Forza Italia “ne sia una conferma,x concludere pur non essendone felice,preferisco sempre chi dice cio’ che pensa pur se non mi piaccia,ai tanti falsi e finti legati alla maglia,che la baciano,quelli delle scelte di vita,che pensano di comprarsi il tifoso con comportamenti palesemente finti e stereotipati,chiedo scusa x l’intromissione soprattutto se e’ sembrata una critica all’autore dell’articolo,sono un assiduo lettore de L’Ultima Ribattuta a cui rinnovo i miei complimenti e la mia stima.

  5. Marco Marchese said:

    Questa volta difendo Nesta. Ma se c’è un disamoramento della Lazio da parte dei tifosi stessi come me che non va più allo stadio perché lui dovrebbe tifare per una società che solo all’apparenza si chiama S.s. Lazio quando in verità è tutt’altro per colpa di chi la gestisce??

*

Top