Roma continua a franare…

Continua il calvario-frane che ha colpito Roma Nord durante l’ondata di maltempo fra il 31 gennaio ed il 7 febbraio. Danni importanti quelli causati dalla pioggia. Danni ai quali il Comune non ha saputo ancora rimediare.

Nonostante adesso ci sia il sole, i terreni continuano a crollare. Ieri, sulla Panoramica, è venuto giù un altro blocco di collina che ha portato alla caduta di alberi che sono finiti sulla carreggiata. La strada è stata chiusa. Ma questo è solo l’ultimo dei moltissimi episodi che si sono verificati in questo periodo. Una situazione di emergenza totale e soprattutto l’esigenza di lavori pubblici per risolvere il problema. E non conta che adesso ci sia il bel tempo, perchè con o senza alluvione prima o poi quei terreni sarebbero franati ugualmente. Ed a confermarlo sono i geologi del Lazio.

Intanto aumentano i disagi a Roma Nord. La lista delle vie, diventate ostaggio dei cantieri, non accenna a diminuire. Lavori infiniti sulla Tangenziale est, dove hanno ristretto la carreggiata mandando in tilt il traffico giornaliero. Stessa situazione sulla Cassia e sulla Trionfale. A Piazza Giochi Delfici la strada che porta a via Cassia è chiusa da due mesi ed il problema non è stato ancora risolto. “Mio nonno co ‘na pala aveva già finito. Grazie Marino”, si  legge proprio li, in quel tratto…

 

Articoli correlati

*

Top