Crisi, è boom dei Gas (Gruppi di acquisto solidale), +400% dal 2008

gas
gas

Vuoi per la crisi economica, vuoi per la ricerca di prodotti genuini, il 2014 è l’anno della consacrazione dei Gas (i Gruppi di acquisto solidale), che in pochi anni hanno conosciuto una crescita del 400%.
Un’idea semplice, pratica, economica e salutista, quella di optare per la spesa di gruppo, che coinvolge più o meno stabilmente un italiano su 5 e viene praticata con continuità da 2,7 mln di nostri connazionali.
I dati diffusi da Coldiretti parlano di circa 2.000 Gas strutturati e permanenti attualmente presenti in tutto il territorio nazionale.
Una risposta alla crisi, si, ma anche all’incertezza su cosa arriva sulle nostre tavole, sulla sua provenienza e la sua genuinità.
E’ sulla scia di questi quesiti che condomini, colleghi, parenti o gruppi di amici si accordano per fare la spesa insieme.
Il risparmio è assicurato, garantito da un volume di acquisto sufficiente a ottimizzare i costi di trasporto ed accedere a più vantaggiosi canali distributivi. Ogni cittadino seleziona i prodotti che desidera, versa la sua quota, e si vede recapitare la cassetta ricolma di ogni ben di Dio direttamente al domicilio del capogruppo, pronta per essere suddivisa tra tutti i partecipanti all’acquisto.
Fin qui il lato economico della faccenda, che diventa ancor più interessante quando si scorgono i suoi vantaggi per la salute e per l’ambiente.
I fornitori, infatti, privilegiano la stagionalità, il biologico, il sostegno alle cooperative sociali e operano per la riduzione degli imballaggi. E non è nemmeno da sottovalutare la loro vicinanza territoriale, con i prodotti della terra che percorrono così una quantità minima di chilometri.
All’origine della filiera si trovano aziende agricole, agriturismi, mercati e botteghe più o meno strutturate ed organizzate, che si avvalgono di internet per concordare gli ordini, le modalità di consegna e di pagamento.
Sono passati vent’anni, che sembrano anni luce, da quando i gas si sono affacciati nel nostro paese. Nel 1994 sembravano una stravaganza da figli dei fiori, ma nel corso del tempo hanno rotto gli argini della nicchia e si sono espansi a macchia d’olio, soprattutto nelle regioni del nord Italia.
I Gas, un ottimo connubio tra portafogli, salute e appagamento del palato.

Articoli correlati

*

Top